Libera

Gen 17, 2017 | Investire su se stessi | 0 commenti

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Ad alcune cose tengo molto, una è la mia libertà. È parziale, certo, è una strada, comunque è.

Prima fra tutte, tengo alla libertà di pensare in modo indipendente, con la mia testa. Che è piena di riferimenti e condizionamenti, ovvio, ma lì in mezzo cerca una sua via. La libertà anche di decidere a chi ispirarmi, chi seguire. Tra i miei miti ci sono grandi figure che hanno lottato per grandi libertà, io sono qui che cerco la mia, e non c’è paragone, comunque loro sono i magnifici per me.
Libertà nell’obbedire a leggi e regole, rispettandole perché ne comprendo l’utilità e decido io di adeguarmi. E così anche libertà nel prendermi responsabilità, che poi mi legano, ma l’ho scelto io.
Libertà da certe convenzioni, dalle banali e passeggere a quelle radicate e annose, che bisogna far così, dire cosà, parlare e vestire e pensare in un certo modo. Un po’ certo. Ma poco. O almeno libertà di illudermi di non seguirle poi troppo.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]La libertà di guadagnarmi da vivere, di andare e venire, di avere anche qualche progetto, qualche ambizione, o di cogliere una occasione.
Tengo molto alla libertà di chiudermi o aprire, di tacere o parlare con chi e quando decido io.
Di uscire quando posso dalle paure e fare uno scarto, verso il nuovo o il vecchio lasciato tempo prima.
Tengo molto alla libertà di ridurre, consumare meno, fare con meno e ricercare così, nell’alleggerimento, più libertà. In alcuni ambiti mi viene meglio, in altri poco.
[/vc_column_text][vc_column_text]Ho pagato alcuni prezzi, alcuni non modici, per essere più libera. E non è stato indolore nemmeno per chi in qualche pezzo mi ha accompagnato, che siamo interrelati e facciamo pagare del nostro anche agli altri. Ma in fin dei conti, penso che chi ha pagato con me abbia fatto almeno patta, o sarà autoconsolazione.
Tra le cose a cui tengo molto, è favorire la libertà di chi mi incontra, di mio figlio, delle persone a cui voglio bene, delle persone che incrocio per lavoro.[/vc_column_text][vc_column_text]Qualcuno l’ha fatto per me, in tutta questa strada, mi ha aiutato a trovare uno spazio in cui essere liberamente io, e sono contenta quando posso restituire questo aiuto ad un altro.

E alla fine, vada come vada, poter dire sono quello che ho potuto essere, voluto e deciso di essere, data la partenza, date le circostanze e i vincoli, penso che sarà un bella conclusione.[/vc_column_text][ultimate_spacer height=”30″ height_on_tabs=”20″ height_on_mob=”20″][ultimate_spacer height=”30″ height_on_tabs=”20″ height_on_mob=”20″][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”16363″ img_size=”large” onclick=”zoom”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/3″][vc_single_image image=”16371″ img_size=”large” onclick=”zoom”][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_single_image image=”16370″ img_size=”large” onclick=”zoom”][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_single_image image=”16365″ img_size=”large” onclick=”zoom”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][ultimate_spacer height=”30″ height_on_tabs=”20″ height_on_mob=”20″][vc_column_text]Le foto le ho scattate visitando la mostra di Ai Weiwei, a Palazzo Strozzi a Firenze. Ovviamente non voglio paragonarmi all’artista e dissidente cinese. Certo, anche lui alla libertà ci tiene molto. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_single_image image=”16380″ img_size=”full” onclick=”zoom”][/vc_column][/vc_row]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi