Direzione Storytelling

Feb 24, 2016 | Business Trail | 0 commenti

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Oggi vi suggerisco un articolo di StartUpItalia, parla di direzione di impresa, comunicazione e racconto, temi a cui sono piuttosto appassionata.

Dirigere non è una responsabilità solo del vertice aziendale, ci sono anche livelli intermedi. In tutti questi ruoli, e al vertice di più, d’accordo, serve la capacità di raccontare una storia. E’ sempre stato così, i migliori leader sono sempre stati ottimi narratori,e  oggi vale ancor di più visto che le nostre vite, anche quelle aziendali, girano intorno a strumenti potentissimi di amplificazione della comunicazione.

Conosco personalmente molti ottimi narratori, persone che aggregano l’esperienza in vicende, la rendono avvincente e ogni tanto leggendaria. E conosco diversi pessimi e noiosi parlatori, che ripetono le stesse cose troppe volte e parlano per se stessi, più che per coinvolgere.

Per quanto riguarda le aziende, il punto è saper narrare una vision, una idea ispirante, un insieme di valori o una filosofia del proprio business, in modo credibile e avvincente. E qui molti diventano ripetitivi, pieni di prevedibili slogan. Questa narrazione è rivolta a clienti e collaboratori, due categorie di interlocutori che non vogliamo certo annoiare![/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_single_image source=”external_link” external_img_size=”400×350″ alignment=”center” external_style=”vc_box_rounded” custom_src=”http://startupitalia.eu/wp-content/uploads/2016/02/1433860610sheep.png”][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]Per diverse persone, poi, il problema è scrivere. Internet chiede immagini, ma chiede anche buone storie, e bisogna scriverle. In questo caso ottimi narratori possono andare in difficoltà, non padroneggiano il mezzo comunicativo. E in effetti, scrivere un buon post non è semplice, basta vedere cosa c’è in giro… (a proposito, avete dato un’occhiata alla mia Proposta Blog?). Chi non sa o non vuole scrivere può limitarsi narrare altrove, non sui social, solo a voce? Secondo me no, ma per questo vi rimando all’articolo:

Perché un buon CEO deve essere prima di tutto un narratore formidabile. Spunti utili per diventarlo.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][/vc_column][/vc_row]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi